Solo un piccolo gruppo di giocatori senza visiera rimasti in NHL

Canadian Press Ottobre 5, 2017, 12:10 PM

TORONTO — Vancouver defenceman Erik Gudbranson fa parte di un gruppo in diminuzione di giocatori nella NHL che sceglie ancora di giocare senza visiera.

Nemmeno un osso orbitale rotto nella sua seconda stagione potrebbe convincerlo a iniziare a indossarne uno.

“Ho avuto un disco in faccia e l’ho ceduto. Quindi ora ho una piastra metallica che lo tiene insieme. Sicuramente un, ‘Oh (merda) momento”‘, ha detto Gudbranson.

“So che è stupido non indossarlo. Sarò il primo a dirti che è stupido. Onestamente, lo e’. Non ho una buona spiegazione sul perché non lo indosso (a parte) è una cosa di conforto.”

In base ai roster consegnati dalle 31 squadre alla scadenza di martedì, solo 34 dei 640 pattinatori totali elencati per la stagione 2017-18 giocheranno senza uno scudo protettivo.

Ciò significa che il 94 per cento dei giocatori NHL ora ne indossa uno, un aumento rispetto al 73 per cento che li indossava solo quattro anni fa prima che la lega si spostasse verso la loro obbligatorietà a partire dalla stagione 2013-14.

La NHL e la NHL Players’ Association hanno concordato nell’estate del 2013 che i giocatori con meno di 26 partite di esperienza avrebbero dovuto giocare con uno scudo quando hanno raggiunto il campionato — come hanno fatto con i caschi nel 1979. Ci sono voluti 18 anni per ogni giocatore del campionato di indossare un casco. L’ultimo giocatore senza uno, Craig MacTavish, si ritirò nel 1997.

La NHL ha anche iniziato il giro di vite su come un giocatore indossa la visiera, con Toronto avanti Leo Komarov essere consegnato una penalità minore per violazione attrezzature in apertura di stagione di mercoledì contro Winnipeg. I funzionari, che lo hanno avvertito in pre-stagione di indossarlo correttamente, lo hanno penalizzato per averlo troppo alto sul casco.

“Mi hanno detto che e’ per sicurezza.”Komarov ha detto in campo di addestramento.

Gudbranson ha fatto irruzione nel campionato nel 2011 con la Florida che indossava una visiera, ma ha deciso di toglierlo, “perché sono un idiota e pensavo di essere duro.”

Gli è stato detto da quasi tutti quelli che conosce di indossarne uno.

“Mia madre leggerà questo articolo e mi rastrellerà tra i carboni”, ha detto. “La mia ragazza è su di me su di esso, anche i miei fratelli e sorella sono su di me su di esso. So che devo farlo.

“Quando sono entrato nel campionato, anche se non era molto tempo fa, era un po’ diverso. Molti meno ragazzi indossavano visiere a quel punto nel tempo. Probabilmente c’erano 10 ragazzi in ogni squadra che non li indossavano.”

Ogni giocatore senza visiera ha la sua ragione, indipendentemente dal ruolo che svolge.

Calgary’s Tanner Glass è l’unico giocatore sulle Fiamme che non indossa una visiera. Ha giocato in quel modo dal 2007.

“Con grande dispiacere di mia madre rimarrà così, immagino”, disse il 33enne. “L’ho indossato nei minori un po’ l’anno scorso e mi sentivo strano. Lo preferisco spento.

” Mi sento come se fossi più in gioco. Senti il vento in faccia.”

Zack Smith di Ottawa ha detto che un incidente di equipaggiamento al suo primo campo di addestramento nel 2008 ha aiutato nel suo processo decisionale. Ha giocato quasi 500 partite senza uno.

“Il mio primo campo di sviluppo ho avuto la mia attrezzatura e non avevo una visiera. Non ho chiesto loro di non darmi uno e si è scoperto che ero l ” unico ragazzo che non ha ottenuto uno quindi era come ‘chi è il nuovo ragazzo senza visiera? Dev’essere davvero tosto. Ma nel frattempo avevo paura, e poi non ne ho mai indossato uno.”

L’attaccante del Winnipeg Shawn Matthias, entrato nella sua 11a stagione in campionato, ha iniziato ad allenarsi con una visiera e ha intenzione di mantenerla.

“Ho giocato senza visiera per molto tempo. Ho preso i dischi alle sopracciglia, ho preso i bastoni in alto, ho avuto alcune chiamate ravvicinate”, ha detto Matthias.

” Sto invecchiando ora, ho intenzione di essere 30 in questa stagione. Le mie priorità sono un po ‘ diverse da come ero quando ero più giovane. “È decisamente diverso, ma penso che a lungo andare sia molto più sicuro. Ora, in questa fase della mia carriera, si tratta di longevità e giocare il più a lungo possibile. Non vorrei che succedesse qualcosa che avrei potuto impedire.”

Indossare uno ha un prezzo, però.

“Non è la stessa cosa”, ha detto Matthias. “Hai una lastra di vetro davanti agli occhi. Si annebbia, si bagna. E ‘solo un po’ frustrante. Personalmente, preferisco non indossare una visiera.”

A 25 anni, Gudbranson è il giocatore più giovane del campionato senza visiera e potrebbe potenzialmente essere l’ultimo a giocare in campionato senza uno. Zdeno Chara di Boston è il più vecchio del gruppo a 40 mentre la maggior parte sono più vecchi di 30.

“Ci sono alcuni ragazzi in giro”, ha detto Glass. “Non sono ancora il Craig MacTavish.”

— Con file da Joshua Clipperton a Vancouver, Donna Spencer a Calgary, Judy Owen a Winnipeg e Lisa Wallace a Ottawa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.