Perché la paura è l’opposto dell’amore?

Ogni studente del corso sa che le uniche due emozioni sono l’amore e la paura. È sorprendente quanto queste due emozioni siano contrastate nel Corso. Questo contrasto inizia presto e continua per tutto il corso. Ma qual è il punto di contrapporre l’amore con la paura?

Diamo un’occhiata prima a cosa sia l’amore. L’amore è un uscire felice, in cui la tua mente si estende per benedire e unirsi a qualcosa visto come completamente desiderabile, completamente compatibile con il sé. Anche se spesso confondiamo l’amore con il bisogno, il vero amore è per natura forte. In amore, sei abbastanza sicuro da mettere da parte l’auto-preoccupazione e semplicemente affermare e includere qualcun altro.

La paura è davvero l’opposto di questo. Nella paura, un sé insicuro, pieno di auto-preoccupazione, si allontana spiacevolmente da qualcosa visto come pericoloso. La paura è debole piuttosto che forte, sgradevole piuttosto che felice, egocentrico piuttosto che generoso. Vede la minaccia piuttosto che la desiderabilità. E si allontana piuttosto che si estende. È il perfetto rovesciamento di ogni singolo aspetto della dinamica dell’amore.

L’amore è la dinamica naturale della mente. Vuole uscire. Vuole dare. Vuole unirsi. Vuole includere. Vuole amare. La paura, quindi, è la negazione di questa dinamica naturale. La paura è la mente che nega il proprio impulso innato, invertendo il proprio flusso naturale. Sulla base di questo, il Corso fa il seguente punto brillante:

La paura e l’amore sono le uniche emozioni di cui sei capace. Uno è falso, perché è stato fatto di negazione; e la negazione dipende dalla fede in ciò che è negato per la propria esistenza. Interpretando correttamente la paura come un’affermazione positiva della credenza sottostante che maschera, stai minando la sua utilità percepita rendendola inutile. (T-12.Io. 9:5-7)

La paura è una negazione dell’amore, una copertura dell’amore. Ma negare qualcosa afferma che deve essere lì, o perché negarlo? Per coprire qualcosa afferma che deve essere lì. Pertanto, se possiamo interpretare la paura come “un’affermazione positiva” dell’amore che copre, allora quella funzione di copertura è scomparsa.

Pensa a questo a livello pratico. Nota qualcosa di cui hai paura (preoccupato, nervoso, ansioso, apprensivo). Ora rendetevi conto che tutta la paura dinamica di indietreggiare insicuramente da qualche fonte esterna di pericolo è una negazione della dinamica naturale della vostra mente di amore. È un tentativo di coprire quella dinamica naturale. E per coprire qualcosa afferma solo che è davvero lì. Quindi vedi la tua paura come un’affermazione che, sotto, l’amore è ancora lì. Vedi la tua paura come un’affermazione positiva dell’amore sottostante che maschera. Che l ” amore di fondo ora non è più mascherato. È stato affermato. È stato portato sotto i riflettori. E come si distingue in chiarezza, la negazione di esso è stato reso inutile. Come l’amore è venuto fuori, la sua negazione è andato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.