Pan-islamismo

Il primo movimento politico popolare pan-islamista, il movimento Khilafat (1919-1924), emerse in India dopo la prima guerra mondiale, anche se il sostegno al califfato a livello locale tra i musulmani indiani era stato guadagnando slancio per tutta la seconda metà del XIX secolo. Sfregamenti sotto l’occupazione britannica e memori dei giorni di gloria del dominio Mogul, i musulmani indiani diressero i loro desideri spirituali e politici successivi verso la sede rimanente del dominio musulmano indipendente: il califfato ottomano. Con l’impero ottomano in rovina dopo la prima guerra mondiale e l’ufficio del califfo, il califfato, sotto la minaccia di estinzione, musulmani indiani organizzati per preservare quello che molti visto come l’ultima traccia di unità islamica e il potere. Nel 1919 gruppi di attivisti come l’Associazione dei Servitori della Ka’ba e il Consiglio della Lega musulmana All-India convocarono una Conferenza Khilafat, durante la quale il movimento prese forma ufficiale come Comitato Khilafat centrale All-India.

La politica del movimento Khilafat era chiaramente anti-imperialista e pro-indipendenza, che rappresenta il sostegno popolare che ha ricevuto attraverso le linee settarie musulmane in India e in tutto il mondo musulmano. Gli attivisti all’interno del movimento diffondono il loro messaggio attraverso pubblicazioni in patria e all’estero. Delegazioni sono state inviate in Inghilterra, Francia e Svizzera per modellare atteggiamenti pubblici e la politica del governo per quanto riguarda il califfato e il futuro delle società musulmane. Alla fine, tuttavia, non furono i leader europei, ma i nuovi leader della Turchia a decidere le sorti del movimento adottando un percorso laico per la nazione basato su un’identità etnica strettamente concepita—un percorso che rispecchiava le tensioni europee del nazionalismo—e quindi abolendo la carica del sultano nel 1922 e quella del califfo nel 1924. Il movimento Khilafat protestò contro le azioni della Turchia, ma senza il potere di imporre la sua volontà e con la sua ragione di esistenza eliminata, il movimento era gradualmente svanito dalla vista pubblica alla fine degli anni 1920. Il panislamismo in India, tuttavia, ha continuato a svolgere un ruolo nella vita culturale e politica musulmana, in particolare nei dibattiti comunali che hanno portato alla formazione del Pakistan nel 1947.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.