Paleo, Whole30 e gluten-free: diete o qui per rimanere? / MultiCare Vitals Blog / MultiCare

Per National Nutrition Month, stiamo presentando una serie di post incentrati sull’importanza di fare scelte alimentari informate.

Con le nuove tendenze dietetiche che emergono su ciò che sembra quasi quotidiano, è difficile separare il fatto dalla fiaba. Di solito ci sono molte informazioni da digerire e le informazioni sono sempre aperte all’interpretazione.

Quando si esamina una dieta, è importante guardare il quadro generale e non essere spazzati via dal fumo e dagli specchi. Qui, esaminiamo i pro ei contro di tre diete popolari: Paleo, Whole30 e senza glutine.

Con qualsiasi passo che fai verso uno stile di vita più sano, non dimenticare l’importanza della moderazione, dell’equilibrio e dell’attività fisica per completare il tuo viaggio verso una salute migliore.

Paleo

La dieta Paleo sta guadagnando costantemente trazione nel mondo della salute e del fitness negli ultimi anni. Il focus centrale della dieta Paleo ruota intorno a mangiare il modo in cui i nostri cacciatori-raccoglitori ancestrali hanno fatto.

I componenti chiave della dieta includono l’eliminazione di alimenti trasformati, cereali, latticini, legumi e zuccheri aggiunti. Inoltre, l’accento è posto sull’aumento del consumo di frutta, verdura, noci, semi, uova, carne, pesce e pollame.

Si ritiene che i benefici della dieta Paleo includano una migliore salute GI, energia e umore — e un ridotto rischio di malattie croniche. Sfortunatamente, ci sono attualmente prove scientifiche limitate per supportare i benefici della dieta Paleo.

I sostenitori della dieta Paleo credono che apra la strada alla salute ottimale. Tuttavia, la dieta ha affrontato critiche per le preoccupazioni riguardanti potenziali carenze nutrizionali dovute all’eliminazione di cereali e latticini.

La dieta ha anche affrontato critiche per la sua potenzialmente elevata quantità di grassi saturi, che ha dimostrato di aumentare il nostro rischio di malattie cardiache.

Poiché non c’è molta ricerca fino ad oggi, è difficile raccomandare Paleo per un cliente. È anche difficile dire come la dieta Paleo si impila rispetto ad altre diete popolari come la dieta mediterranea, che è stata a lungo venerata per i benefici salutari per il cuore.

Tuttavia, se stai cercando di migliorare la tua salute, ci sono alcuni grandi concetti che tutti possono adottare dalla dieta Paleo senza saltare in testa prima: diminuzione del consumo di alimenti trasformati e zuccheri aggiunti e maggiore enfasi su una dieta a base di cibi integrali.

Se decidi di provare Paleo, leggi l’articolo completo qui sotto per ulteriori informazioni e risorse.

Dietista pesa i pro ei contro della dieta Paleo

Che cosa è Whole30? Si tratta di una dieta a base di paleo che elimina tutte le forme di alimenti trasformati, e pochi altri, per 30 giorni. Su Whole30, elimini:

  • Zucchero, reale e artificiale
  • Alcol
  • Grani
  • Legumi (fagioli, piselli, ceci, lenticchie e arachidi — con l’eccezione di fagioli verdi, zucchero snap piselli e taccole)
  • di Soia (tra cui salsa di soia, tofu, tempeh, miso, edamame e soia, additivi negli alimenti, come la lecitina di soia)
  • Latticini (tutti di mucca, di capra e di pecora prodotti a base di latte — con l’eccezione del burro chiarificato e ghee)
  • Carragenina, MSG e solfiti
  • Trattamento-tipo di alimenti, anche se fatto con ingredienti approvati

Alla fine del la dieta Whole30, i cibi proibiti dovrebbero essere lentamente reintrodotti per vedere come ognuno influenza il tuo corpo — simile a una dieta di eliminazione che si potrebbe fare per scoprire intolleranze alimentari o allergie.

Quindi cosa puoi mangiare nel Complesso30? Alcuni frutti, tonnellate di verdure, carne, frutti di mare, uova e grassi sani da oli, noci, semi e avocado.

Quali sono i vantaggi? Il programma Whole30 si concentra sulla trasformazione totale del corpo. Invece di concentrarsi sulla perdita di peso, Whole30 è progettato come un pulsante “reset” per riprogrammare il tuo corpo e andare avanti su un percorso sano e curativo.

Mentre il programma Whole30 può essere utile per alcuni individui, non è per tutti. I seguaci dovrebbero procedere con cautela.

La dieta può essere utile per eliminare i cibi spazzatura, ma è altrettanto importante sostituire quei cibi spazzatura con alimenti nutrizionalmente densi come verdure a foglia verde, frutta fresca e grassi sani. Per garantire il soddisfacimento del fabbisogno nutrizionale nell’Intero30 è necessaria una grande quantità di pianificazione dei pasti e di accortezza.

Tutta la verità su Whole30

1. Che cosa è una dieta priva di glutine?

Il glutine è una proteina presente nei prodotti a base di grano, orzo e segale. Il glutine si trova anche alimenti contenenti questi cereali, tra cui molti alimenti trasformati. Gli alimenti contenenti questi cereali devono essere evitati quando si segue una dieta priva di glutine.

2. Come faccio a sapere se ho bisogno di rimuovere il glutine dalla mia dieta?

Più comunemente, il glutine è associato alla celiachia, una condizione autoimmune in cui gli individui non hanno la capacità di abbattere efficacemente il glutine. La malattia celiaca può essere diagnosticata con un esame del sangue per controllare i livelli di anticorpi del glutine. Parli con il medico se ha dubbi o una storia familiare di celiachia.

C’è crescente preoccupazione per l’intolleranza al glutine o la sensibilità. Le sensibilità alimentari non producono una reazione anticorpale come visto nella celiachia; spesso provocano sintomi come disagio gastrointestinale, irritazione cutanea o mal di testa.

Se pensi di essere sensibile al glutine, considera di eliminarlo dalla tua dieta per due o tre settimane. Alla fine della dieta di eliminazione, aggiungi il glutine nella tua dieta per uno o tre giorni. Se i sintomi scompaiono durante lo studio e/o riappaiono con la re-aggiunta di glutine, è probabile che tu possa avere una sensibilità di base.

3. C’è qualche danno nel rimuovere il glutine dalla mia dieta o dalla dieta di mio figlio?

Non vi è alcun danno nel seguire una dieta priva di glutine. Il glutine non è una proteina essenziale; quindi eliminarlo non fa male. Grandi sostituti ricchi di fibre e nutrienti includono avena senza glutine, riso integrale o quinoa. Le opzioni senza glutine stanno diventando sempre più accessibili. Tuttavia, ricordarsi di essere vigili di alimenti trasformati che potrebbero fornire meno nutrizione. Scegli non trasformati, cereali integrali quando possibile.

Altre domande e risposte sulle diete senza glutine di seguito, oltre a una ricetta per insalata di quinoa di spinaci e mele con vinaigrette balsamica dolce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.