Le vite degli utenti nyaope di Ekurhuleni

“Sono sposato con nyaope, nyaope è la mia sposa. Non posso semplicemente smettere, “dice un magro Wandile Mdlalose, 24, la sua voce sollevata per l” accento. Parla mentre allenta la presa su un pezzo di stoffa blu che ha legato intorno al braccio destro per trovare una vena.

Dopo aver mescolato l’acqua con nyaope in una siringa, stringe di nuovo la presa sul braccio, allentando l’ago e estraendo il sangue prima di iniettare il prezioso liquido nella vena. Spiega che diluisce il suo sangue con l’acqua perché il sangue è denso.

Nyaope è una forma di eroina di basso grado. Viene venduto in un piccolo pezzo di plastica chiamato “cravatta” a causa di come è fissato.

Angela McBride, direttore esecutivo della rete sudafricana di persone che fanno uso di droghe, afferma che il trauma è il gateway “droga”. “Le persone usano droghe per far fronte al loro trauma. Ottenere alta è l’unica cosa che è confortante,” lei dice. Uno studio di auto-ammissione di 2015 ha rivelato che le persone 67 000 iniettano eroina.

Articolo correlato:

  • Il farmaco da prescrizione rappresenta una nuova minaccia per i giovani

Con una spesa giornaliera di R200 su nyaope, Mdlalose è consapevole di quanto sarà difficile battere le voglie. È stato dipendente per 10 anni, ma vuole smettere per provvedere alla figlia di 11 anni.

“Non sto facendo altro che nyaope ny questa cosa ti rende cattivo, fai le cose sbagliate ai membri della comunità e ti girano addosso”, dice, togliendo il berretto mimetico per rivelare una cicatrice sulla testa, segni di bruciature sulla guancia e un occhio appena insanguinato. Parla della facile soluzione del crimine per i tossicodipendenti nyaope: “Vogliamo soldi veloci per nutrire questa cosa.”

Ha iniziato a fumare nyaope ignaro che sarebbe diventato dipendente da esso, proprio come gli altri uomini che usano i bagni abbandonati in Mayfield Ext 45 in Ekurhuleni.

27 Agosto 2019: Nyaope viene fornito in un piccolo pezzo di plastica chiamato “cravatta” a causa di come è fissato.

Raccoglitori di rifiuti

un sabato mattina presto, un gruppo di giovani uomini coperti di fuliggine, terra e cenere graffiano un cumulo di rifiuti appena fuori da un deposito di rottami a Ekurhuleni.

Gli occhi smaltati e ingialliti di Simphiwe Gambu, 22 anni, si restringono mentre tiene un pezzo di rame arrugginito tra le unghie sporche per essere esaminato prima di gettarlo in una mezza bottiglia di coca da due litri vuota. Un chilogrammo di buon rottame metallico può guadagnargli R40. Un” pareggio ” di nyaope costa R25.

Articolo correlato:

  • 18 Luglio 2019: In attesa di un nuovo carico di rifiuti da scaricare nella discarica di New England Road a Pietermaritzburg. Ci sono 2 000 a 2 500 raccoglitori di rifiuti presso la discarica ogni giorno, secondo environmental justice group groundWork.I raccoglitori di rifiuti di Pietermaritzburg

I giovani sono determinati a trovare abbastanza rottami metallici per alimentare la loro dipendenza. Gambu dice che ha bisogno di almeno R100 al giorno per tenere a bada le sue insaziabili voglie.

“Apriamo alle 7 del mattino, ma troverete questi ragazzi qui alle 6 del mattino a causa di questa cosa. Devono solo andare in riabilitazione”, dice la donna che pesa i loro rottami metallici, spesso rifiutandola se danno il suo atteggiamento.

Dopo aver acquisito la sua prima “cravatta” per la giornata, Gambu ride con il suo rivenditore. Va al tuckshop per comprare una sigaretta-qualcosa che dice è fondamentale per calciare nel suo alto – prima di cercare con impazienza una bancarella vuota per fumare. È distratto dal suo dolore, desideroso di alleviare i suoi dolori mattutini.

Fumo nyaope

Gambu usa una lama di rasoio per raccogliere un po ‘ di nyaope, una sostanza polverosa color crema, che lascia cadere su un pezzo di lamina sporca e si accende. Usando una vecchia scatola di fiammiferi arrotolata, inala il vapore e trattiene il respiro prima di accendere rapidamente la sigaretta e inalare profondamente.

“Quando le persone usano droghe, la loro resistenza si accumula, specialmente gli oppioidi is è un farmaco molto forte, le persone diventano molto dipendenti da esso molto rapidamente”, afferma McBride, spiegando che tre persone su cinque si diplomano dall’inalazione di nyaope all’iniezione.

Gli uomini si muovono in modo diverso. Alcuni riciclano merci, qualche aiuto con generi alimentari o parcheggio per le monete, altri trovano cottimo. “Il desiderio può diventare così male che puoi finire per fare qualcosa di doloroso e impensabile per qualcuno che ami. Semplicemente non pensi”, dice Gambu, spiegando che ricorre al furto quando i suoi crampi e le sue voglie diventano insopportabili.

Articolo correlato:

  • 9 Luglio 2019: Patronella Williams di Lavender Hill ha perso sua figlia per violenza di gruppo. Gangsterismo contro il calcio in Lavender Hill

Gli uomini capiscono la variazione dei bisogni che differiscono e cambiano in ogni fase del desiderio. L’obiettivo è quello di ottenere alta prima del temuto “rost”, che tutti descrivono come un desiderio insopportabile che può includere dolore lancinante nella parte bassa della schiena, articolazioni e muscoli, intensi dolori allo stomaco e vomito di sangue.

Gambu dice che questa è la sensazione che farà fare a chiunque qualcosa per la prossima correzione. Ha iniziato con “skyf skyf” (sigarette). Con il tempo era in grado 10, si era laureato a erbaccia. Ha abbandonato la scuola secondaria di Lesiba l’anno scorso quando è diventato difficile per lui concentrarsi a scuola e aveva bisogno di tempo per frugare per soldi per la sua prossima correzione.

Come Mdlalose, quello che era iniziato come due tiri lo ha portato a un punto in cui oscilla tra l’essere alto e l’essere alla disperata ricerca di una correzione. Quasi ogni uomo nella toilette angusta non ha finito la scuola. Sono tutti disoccupati.

27 Agosto 2019: Una lama di rasoio viene utilizzata per raccogliere un po ‘ della sostanza polverosa color crema nota come nyaope.

Escludere la riabilitazione

La riabilitazione è possibile per i tossicodipendenti di nyaope, spiega McBride, aggiungendo che non esistono sistemi gestiti dal governo per garantire che le persone recuperino o forniscano un servizio post-assistenza. Dice che non ci sono quasi programmi di sostituzione degli oppioidi.

Alcuni servizi privati forniscono metadone (un farmaco di prescrizione utilizzato per il recupero di eroina), rifugio e servizi psicosociali, dice. Mdlalose si è avvicinato a un assistente sociale, che gli ha detto che c’è una lista d’attesa di tre mesi per un consulto di riabilitazione. Questo lo ha reso scoraggiato sulla possibilità di smettere.

“C’è speranza. Se guardiamo a dove eravamo cinque o sette anni fa, abbiamo fatto progressi. Ora abbiamo programmi di ago-siringa, abbiamo programmi di terapia sostitutiva con oppioidi … abbiamo persone che stanno combattendo le nostre attuali politiche sulle droghe”, afferma McBride.

Articolo correlato:

  • 7 Maggio 2019: Flusso di acqua sporca e spazzatura oltre una stazione di voto a Kliptown. Il 16 giugno è solo un’altra festa degna di abbuffata per molti?

Bongani Mahlangu, 23 anni, dice che sua madre di solito gli dà R20 al giorno in cambio di non rubare a casa. “Di solito sono molto orgoglioso di me stesso se sopravvivo tutto il giorno a casa. Questa brama è difficile però, ti farà uscire di casa anche se non avevi intenzione di farlo perché è così forte. Non puoi funzionare senza di essa, qualcosa di piccolo come aprire la porta può sembrare così difficile”, aggiunge.

Una settimana dopo, Mahlangu viene arrestato per aver rubato al suo vicino.

L’anno scorso, la famiglia di Gambu gli ha comprato il metadone per cercare di convincerlo a smettere di usare nyaope. Ma non ha funzionato. In pochi giorni, aveva avuto una ricaduta. Pensa che la sua famiglia sia consapevole di essere tornato su nyaope.

La famiglia di Luvuyo Khumbuza, 26 anni, lo fece ammettere con la forza in una “chiesa di recupero”locale. “Era una tortura lì rather preferirei tornare in prigione che andare lì”, dice, il fumo avvolge i tatuaggi verdi sbiaditi sulla sua pelle.

Egli descrive come è stato bloccato in catene, e come hanno avuto i loro sistemi forzatamente ripulito con clisteri ed emetici. Non ha ricevuto alcun farmaco antidolorifico.

Articolo correlato:

  • 23 Novembre 2018: Una vista di Blikkiesdorp da una zona di veld appena oltre il suo perimetro. Blikkiesdorp canto del cigno: Mai al sicuro

Thokozani Mngeni, 30 anni, che era anche in una chiesa di “recupero” fino a quando non è fuggito, spiega che il dolore che ha vissuto lì era insopportabile e non sopportava le condizioni igieniche del posto.

McBride conosce l’esistenza di queste chiese, descrivendole come “l’epitome di quanto male vengono trattate le persone che fanno uso di droghe”.

Mngeni ha due figli e lavorava come guardia di sicurezza in un centro commerciale. Ha perso il lavoro a causa di nyaope, e si è trasferito a Eastern Cape per cercare di smettere. Tornò a Gauteng pochi mesi dopo. La prima cosa che ha fatto è stato rubare un cellulare da vendere per una correzione in quanto non c’erano distrazioni ricreative o prospettive di lavoro, ed è stato bloccato con la stessa folla, rendendo più difficile smettere.

Famiglie spezzate

Soprattutto, ai giovani manca la fiducia, e non solo delle loro famiglie. Riconoscono il dolore che hanno causato ai loro cari e il terrore che a volte hanno scatenato.

Mahlangu spiega cosa ha fatto la sua tossicodipendenza a sua madre: “Rimane in casa la maggior parte del tempo per evitare i commenti dei vicini, che sussurrano che suo figlio è un nyaope e un piantagrane.”

Sphiwe Ndlovu, 22 anni, ha un rapporto teso con i suoi genitori, che dice di non capire quanto sia difficile smettere il farmaco. Vive con suo fratello. “blocca la porta della sua camera da letto, quindi sono limitato solo al bagno, alla cucina e alla mia stanza.”

La monotonia è il killer per Ndlovu: “Ogni giorno, facciamo la stessa cosa. È come se non avessimo nulla per cui vivere tranne questa cosa Every Ogni giorno, veniamo a fumare nei bagni lontano dalla comunità”, dice.

Gli uomini dicono che alcuni utenti di nyaope si sono dati completamente al farmaco. Quando ciò accade, Ndlovu spiega, “sembra che tu sia stato colpito da una bomba nucleare” ma dicono che vogliono smettere prima di raggiungere questo stadio.

Se si desidera ripubblicare questo articolo si prega di leggere le nostre linee guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.