Gestisci account

Un nuovo articolo sulla rivista Geophysical Research Letters suggerisce che la ridistribuzione della massa totale dell’oceano dalla perdita di massa di ghiaccio e dallo stoccaggio dell’acqua terrestre sta causando “il fondo dell’oceano a diminuire elasticamente.”

Un team di ricercatori dell’Università di Delft e dell’Università della Tasmania ha utilizzato stime di ridistribuzione della massa concludendo che le stime passate dell’aumento del livello del mare sono troppo conservative e che per aumentare la loro accuratezza, l’effetto della deformazione del fondo oceanico dovrebbe essere preso in considerazione, basandosi su stime modellate del cambiamento della massa oceanica,

I ricercatori hanno scoperto che dal 1993 al 2014, “la variazione del livello del mare geocentrico media globale risultante è inferiore dell’ 8% rispetto al contributo baristatico. Sul dominio altimetrico, la differenza è di circa il 5% e, a causa di questo effetto, l’aumento del livello del mare baristatico sarà sottostimato di oltre 0,1 mm/anno.”

E quella differenza globale è leggera rispetto ad alcune località regionali, come nell’Oceano Artico e nel Pacifico meridionale.

Il problema deriva da come abbiamo misurato l’aumento del livello del mare in passato. Il tipo di cambiamento del livello del mare misurato sia dagli indicatori di marea che dall’altimetria satellitare è relativo al centro di massa della Terra, il che significa che “le stime globali del livello medio del mare derivate dall’altimetria non osserveranno l’aumento del volume oceanico a causa della subsidenza del fondo oceanico. . .”

Quello che potremmo invece misurare, dicono, è il cambiamento del livello del mare rispetto al fondo oceanico locale. Dopo tutto, la subsidenza elastica del fondo marino è ben definita e gli autori dicono che ” l’incertezza della correzione è in gran parte dovuta alle incertezze nella ridistribuzione di massa.

Di conseguenza, gli autori concludono che “la deformazione del fondo oceanico dovrebbe essere considerata quando si osservano cambiamenti del livello del mare regionale in un quadro di riferimento geocentrico.”

Una fonte di queste informazioni sono i satelliti gemelli Gravity Recovery And Climate Experiment (GRACE), che consentono stime globali e regionali più dettagliate dei cambiamenti della massa oceanica e del confronto con i cambiamenti del livello del mare.

grl56685 fig 0004 Basin-averaged and global mean effects of current-day mass redistribution on observed relative and geocentric sea level change. La linea continua rappresenta il segnale spaziale medio su ciascuna regione. La linea tratteggiata (“TG rec”) rappresenta ricostruzioni mareometriche basate sul metodo della stazione virtuale utilizzando le posizioni dei 627 misuratori di marea PSMSL. Il dominio altimetrico è costituito dagli oceani globali, delimitati da ±66 latitude di latitudine. Per la stima della stazione virtuale del dominio altimetrico, vengono utilizzate tutte le regioni tranne la regione dell’Oceano Artico. Credito di immagine: Frederikse, T., Riva, R. E. M., & Re, M. A. (2017)

Carta originale: Frederikse, T., Riva, R. E. M., & Re, M. A. (2017). Deformazione del fondo oceanico dovuta all’attuale ridistribuzione della massa e al suo impatto sulle osservazioni sul livello del mare. Lettere di ricerca geofisica, 44. doi.org/10.1002/2017GL075419

Di Greg Leatherman, ECO Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.