Dipinto trovato nel muro della galleria italiana confermato come perduto Klimt

Il “Ritratto di una signora” di Gustav Klimt è scomparso da una galleria d’arte nel nord Italia 23 anni fa. Si presume sia stato rubato.

La posizione del capolavoro è stato uno dei più grandi misteri del mondo dell’arte da allora — solo per essere risolto dopo aver scoperto una porta segreta nelle pareti della galleria.

Nel mese di dicembre, un giardiniere presso la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi a Piacenza, Italia, trovato un dipinto nascosto in un sacchetto di plastica all’interno di un muro esterno, mentre compensazione via edera. Gli esperti hanno confermato venerdì che quel dipinto è il lavoro Klimt a lungo perduto.

“Vorrei dire con non mancanza di emozione che posso annunciare che il dipinto è autentico”, ha detto il procuratore di Piacenza Ornella Chicca ai giornalisti venerdì.

Secondo BBC News, “Ritratto di una signora” è valutato a million 66 milioni. La galleria prevede di consultarsi con esperti per eseguire ulteriori test sul pezzo per scoprire più dei suoi misteri — tra cui, si spera, chi l’ha rubato. Sarà poi tornare in mostra presso la galleria.

La galleria ha dichiarato in un comunicato stampa venerdì che vuole che il “dono” del dipinto raggiunga il maggior numero possibile di persone. Prevede di lavorare con varie istituzioni per raccontare pienamente la storia dell’opera da quando è stata acquistata quasi 100 anni fa.

1000-2.jpg
Gli agenti di polizia stanno accanto a Gustav Klimt “Ritratto di una signora,” che è stato trovato lo scorso dicembre in una galleria d’arte, durante una conferenza stampa a Piacenza, Italia, Venerdì, Jan. 17, 2020. AP Photo / Antonio Calanni

Klimt finì “Ritratto di Signora” nel 1917, l’anno prima di morire. È stata acquisita dalla galleria Ricci Oddi nel 1925 e gli amanti dell’arte sono alla ricerca dell’opera iconica da quando è scomparsa il 22 febbraio 1997 mentre il museo si preparava per una mostra speciale, riferisce la BBC.

L’opera fu oggetto della stampa l’anno prima della sua scomparsa, dopo che uno studente d’arte scoprì che era stata dipinta sopra un’altra opera di Klimt: “Ritratto di giovane donna”, che non si vedeva dal 1912. La sua teoria è stata confermata dopo il test a raggi X dalla galleria.

La scoperta del dipinto all’interno della parete della galleria suggerisce che potrebbe non aver mai lasciato l’edificio tutti quegli anni fa.

Lo storico dell’arte e commerciante di New York Robert Simon ha suggerito forse il dipinto è stato nascosto nel muro della galleria e mai venduto perché era troppo famoso e ben documentato. Venderlo potrebbe essere stato rischioso e” poco pratico”, ha detto a ” CBS This Morning: Saturday.”

Secondo Reuters, il pezzo era nella lista delle opere d’arte più preziose mancanti in Italia, seconda solo a un’opera di Caravaggio rubata da una chiesa in Sicilia nel 1969.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.